Come funziona

Sport e nutrizione clinica

Sport e nutrizione clinicaLa nutrizione clinica ha applicazioni in campo medico ma può essere utile anche nello nello sport, per stabilire un regime alimentare favorevole ad aumentare la massa muscolare e delle cartilagini.  La nutrizione clinica è una terapia priva di effetti collaterali indesiderati, che dovrebbe precedere sempre interventi maggiormente invasivi. La nutrizione clinica utilizza il cibo come strumento di intervento sulla composizione corporea, interferendo positivamente in terapia e nell'accompagnamento allo sport.  L’ infiammazione il dolore e lo stress sono gli esiti più comuni dopo intensa pratica nello sport. Il loro recupero richiede  una nutrizione idonea. L’ infiammazione, il dolore e la ridotta funzione sono  un meccanismo di difesa aspecifico, che costituisce una risposta biologica tesa a evitare un overtraining. Gli esiti di allenamento intenso nello sport sono modulati e controllati da sostanze endogene ovvero i mediatori biochimici della flogosi. La gestione  degli adattamenti biologici a sport considera anche una nutrizione coerente con l'allemento praticato.

Leggi tutto: Sport e nutrizione clinica

Calcolo della BMI e nutrizione clinica

BMI Body Mass Index e nutrizioneIl calcolo del BMI Body Mass Index è un parametro antico e secondario per la nutrizione clinica, ma ampiamente conosciuto dal pubblico. La BMI serve a valutare quando non si dispone di alcuna strumentazione la nutrizione di un soggetto esaminato.  La BMI Body Mass Index consiste nella divisione del peso di un soggetto, espresso in kg, per il quadrato della sua statura espressa in metri. Il calcolo del BMI è stato proposto per la prima volta dallo studioso belga Adolphe Quelet (1796-1874). Oggi, il BMI è divenuto purtroppo uno strumento diagnostico diffuso per valutare la nutrizione e la salute.  La BMI Body Mass Index o Indice di Massa Corporea è un parametro che deriva da una operazione matematica incrociando il peso e altezza. Il difetto della BMI nelle valutazioni nutrizionali è che il peso totale del soggetto esaminato non è qualificato. Secondo la BMI un atleta con molta massa muscolare appare in obesità e un sedentario con molta massa grassa nella norma. La nutrizione clinica considera pertanto la BMI  un parametro secondario necessariamente da qualificare con l’analisi di composizione corporea. I valori ideali di BMI, Body Mass Index o Indice di Massa Corporea si aggirano intorno a 22.5 kg/m2 nell'uomo e a 21 kg/m2 nella donna.L'intervallo di normalità del BMI (20-25 kg/m2) è abbastanza ampio proprio in funzione delle differenze legate al sesso e alla struttura fisica della popolazione. Il calcolo del BMI non tiene infatti conto delle particolari condizioni di ogni soggetto esaminato.

Leggi tutto: Calcolo della BMI e nutrizione clinica

Controindicazioni in nutrizione clinica

Controindicazioni in nutrizione clinicaLa nutrizione clinica è apprezzata dai pazienti e dai medici che la praticano per l’assenza di controindicazioni significative quando correttamente prescritta. Le controindicazioni in nutrizione clinica sono correlate esclusivamente alla  fase  iniziale e di detossicazione che potrebbe attivare energicamente la funzione degli organi emuntori. Successivamente la nutrizione clinica coincide con un generale benessere del paziente.  Uno dei primi segni  descritti dai pazienti in nutrizione clinica è la sospensione dei MUS Medically Unexplainded Symptoms o disturbi vaghi e aspecifici. Il paziente che ha superato l’adattamento al nuovo regime nutrizionale, conferma il miglioramento dello stato generale e la sospensione di molti disturbi aspecifici. La nutrizione clinica può interferire favorevolmente sui MUS Medically Unexplained Symptoms, contribuendo in tal modo a una migliore gestione del paziente.  Una delle caratteristiche fondamentali della nutrizione clinica è costituita dal metodo d’indagine. L’analisi  della composizione corporea, la rilevazione strumentale dei parametri metabolici e della tomografia elettrolitica extracellulare sono premessa per una valutazione oggettiva del soggetto preso in esame. Un alto livello di precisione ed efficienza nella valutazione della funzione metabolica permettono di definire gli obiettivi benessere raggiungibili in nutrizione clinica per il paziente  e evitare controindicazioni indesiderati.

Leggi tutto: Controindicazioni in nutrizione clinica

Nutrizione clinica e omeopatia iniettabile

Nutrizione clinica e omeopatia iniettabileAlla nutrizione clinica è utile associare l' omeopatia iniettabile per massimizzare il risultato senza  effetti collaterali indesiderati. Altrettanto l' omeopatia iniettabile  ha migliori risultati se associata ad una  nutrizione clinica coerente alle corrette retroazioni ormonali e carichi glicemici. Il paziente che decide di fare cure con  medicine biologiche è  già in partenza più attento alla propria alimentazione. Infatti la nutrizione clinica  corretta rappresenta un metodo valido di preservare la salute o di recuperarla più facilmente. Altrettanto è valido per i trattamenti con indicazione estetica.  La dieta più significativa da associare alla omeopatia  è la nutrizione clinica. Si tratta di un metodo  che applica la analisi della composizione corporea  per  individuare  una corretta sequenza nutrizionale personale. La omeopatia iniettabile per dimagrire è applicata localmente sui cuscinetti di grasso e sopratutto anche  sui punti di agopuntura e sui meridiani di agopuntura coerenti con la problematica. Si tratta di una metodica complessa integrata in una terapia che non si deve concludere solo come atto terapeutico locale.

Leggi tutto: Nutrizione clinica e omeopatia iniettabile

Ipertrofia della massa muscolare e nutrizione clinica

Per la nutrizione clinica l' ipertofia della massa muscolare costituisce un elemento delle possibilità di guarigione nel paziente.  L’ ipertrofia della massa muscolare è l'aumento del volume delle cellule che compongono un  muscolo. Questa modificazione non altera il numero di cellule del muscolo ma ne aumenta le dimensioni.  La nutrizione clinica nei pazienti nei quali è richiesto richiede l’ipertrofia della massa muscolare  non come obiettivo sportivo ma come obiettivo salute.   Nella medicina convenzionale l’ipertrofia della massa muscolare è poco considerata in terapia. Secondo la nutrizione clinica invece la massa muscolare svolge invece un ruolo biologicamente essenziale per l' omeostasi e per la salute.

Leggi tutto: Ipertrofia della massa muscolare e nutrizione

Cerca nel sito!